Riabilitazione motoria

Alla riabilitazione motoria spettano compiti molteplici che consistono essenzialmente in:

1Valutazione

del grado d’invalidità sia per quello che riguarda la diagnosi dell’affezione che ne è alla base, sia per quanto concerne l’analisi delle componenti invalidanti nei confronti della limitazione funzionale esistente

2Giudizio

Prognostico sul grado di recupero possibile

3Impostazione

Del programma terapeutico

4Applicazione

pratica delle tecniche terapeutiche, compito per lo più riservato al personale terapista che deve agire sotto il controllo costante del medico fisiatra

La terapia dev’essere considerata sotto numerosi aspetti che sono:

a) prevenzione delle complicanze;
b) riduzione degli aspetti sintomatologici invalidanti (miglioramento del tono muscolare, ripristino del raggio di escursione articolare, aumento della capacità respiratoria, ecc.);
c) terapia sostitutiva mediante l’applicazione di tutori e protesi o creando compensi che suppliscano in parte o in toto alle funzioni soppresse;
d) attività didattica che riguarda non solamente la preparazione professionale del personale medico e paramedico, ma anche lo stesso invalido, insegnandogli “a vivere con la propria invalidità” (Boccardi).
Mezzi della medicina riabilitativa. – Terapia fisica. – La terapia fisica, che ha una storia millenaria, si è arricchita in questi ultimi decenni di nuovi mezzi offerti dall’enorme progresso dell’elettronica. Essa può essere distinta in varie forme di terapia, ognuna delle quali possiede delle particolari suddivisioni, ciascuna con una sua propria indicazione:
1) termoterapia esogena (forni alla Bier, paraffinoterapia, ecc.);
2) impiego di mezzi che agiscono con la produzione dì vibrazioni elettromagnetiche (elioterapia, radiazioni infrarosse e ultraviolette);
3) impiego di mezzi che agiscono con la produzione di correnti elettriche (correnti continue, ionoforesi, ecc.): a) correnti ad alta e altissima frequenza (onde corte e micro-onde); b) mezzi che agiscono con la produzione di vibrazioni sonore (ultrasuoni); c) elettroterapia di stimolazione muscolare.